Una sera di alcuni mesi fa, ricevetti una telefonata da un ragazzo che mi chiedeva informazioni in merito alla mia attività come videomaker. Mi annunciò che voleva realizzare un video per presentare il suo libro con una parte autobiografica e l’altra descrittiva dei contenuti del libro. Così, qualche giorno dopo, fissai un incontro con lui per avere uno scambio di idee.

Lui aveva già preparato tutta la sceneggiatura e regia  e capì velocemente che il progetto era curioso ed originale. Sfogliò velocemente il suo quaderno d’appunti per darmi un quadro d’insieme e mi raccontò brevemente la sua storia come “sensitivo”. Mi spiegò poi che voleva ingaggiare delle comparse e recitare lui stesso nel video, raccontando la sua storia iniziata circa 20 anni fa. Quel giorno mi disse anche che certe tematiche spirituali accompagnano l’uomo da migliaia di anni e che vi sono molte realtà che vengono nascoste alle masse Mi parlò di scoperte di fisica quantistica e chimica che sono disponibili e reperibili sul web e devo dire che fu una conversazione curiosa e  affascinante.

Restammo in contatto e dopo 2 mesi di riprese che lui aveva realizzato autonomamente con l’aiuto di un amico (appassionato di fotografia) e due attrici, ci furono diversi altri incontri per selezionare tutto il materiale video – audio ed infine montarlo coerentemente con i necessari “effetti speciali”. alla fine il risultato è stato quello di una sorta di cortometraggio.

La regia era molto precisa e ben strutturata… ciò mi stupì molto. C’era qualcosa di particolare in lui e nelle frasi che ascoltavo. Il video che stavamo realizzando mi spiegò, sarebbe servito durante le presentazioni dello scritto inedito. Tale testo raccontava le vicende occorse in Egitto nella 18° Dinastia del Nuovo Regno, protagonista il Faraone eretico chiamato Akhenaton. Il testo che vidi conteneva diverse tecniche di meditazione e un’analisi della situazione sociale molto particolare. Lo definirei perciò anche un libro di denuncia concreta e chiara delle “situazioni che non vanno” nei vari ambiti di vita ma che non si sanno.

Con questo lavoro ho avuto conferma che è necessario aprire la mente con sana curiosità verso nuovi temi e argomenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *